Indagine settoriale dell’UE avviata nel Commercio online
/ 6160 4

Indagine settoriale dell’UE avviata nel Commercio online

SHARE
Version: de uk fr it pl es

 

BVOH Presidente Prothmann esorta tutti i commercianti coinvolti a partecipare

La Commissione europea, nell’ambito di un’indagine sul settore del commercio online, è venuta a conoscenza di „ostacoli alla concorrenza nei mercati europei per l’e-commerce“. Questa settimana, molti commercianti online in Germania, Francia e Gran Bretagna hanno ricevuto un questionario europeo. Nei prossimi giorno anche gli altri commercianti dei paesi della comunità europea riceveranno questo modulo. „Chiediamo a tutti i commercianti coinvolti di partecipare! Abbiamo la straordinaria opportunità di fare qualcosa, che duri nel tempo, contro gli ostacoli e limiti nel e-commerce. Più complete sono le informazione, e più drastiche possono essere le misure europee. Noi di BVOH siamo a disposizione per domande „, dice Oliver Prothmann, Presidente della Federazione delle industrie tedesche per il commercio online (BVOH).

Indagine europea vuole scoprire: Quanto sono diffusi gli ostacoli e qual è il loro impatto sulla concorrenza nel commercio online?

Con questa indagine settoriale deve essere constatato se esistano situazioni anticoncorrenziali, ad esempio restrizioni da parte del produttore, sui mercati ecc. Sulla base della forte evidenza, la Commissione europea può avviare un processo di indagine per adottare misure contro restrizioni commerciali e pratiche anticoncorrenziali. „I consumatori europei incontrano ostacoli negli acquisti on-line transnazionali di beni e servizi , e alcuni di questi ostacoli sono creati dalle aziende stesse. Con questa indagine voglio verificare in quale misura queste barriere sono diffuse e il loro impatto sulla concorrenza e sui consumatori. Quando sono infrante le regole della concorrenza, noi non esiteremo ad adottare misure esecutive previste dalle norme antitrust dell’UE “ ha affermato il commissario europeo responsabile della Concorrenza, Margrethe Vestager a Bruxelles. „Accogliamo con favore questa iniziativa della signora Vestager, poichè le conseguenze delle restrizioni dei produttori sono un pesante fardello per molti commercianti online – non solo in Germania“, spiega Oliver Prothmann.

Questionario on-line sugli ostacoli nel commercio on-line

Della Task force per il mercato unico digitale della Commissione europea i venditori online selezionati in tutta Europa hanno ricevuto un questionario online. Il questionario si è basato su otto diverse questioni: dati societari, restrizioni nel negozio on-line, sui mercati, in siti dove è possibile confrontare prezzi, ulteriori restrizioni da parte dei produttori, commercio internazionale, nella formazione dei prezzi, geo-blocking, spedizione e il pagamento.

Il BVOH ha sostenuto in modo attivo la Commissione Europea fin dall’inizio ed è in stretto contatto con il team di progetto. Dal momento che le questioni sono molto complesse, il BVOH è a disposizione per i venditori online con lo scopo di offrire consulenza e aiuto pratico – e, naturalmente, su richiesta è raggiungibile al numero +49-30-49876660 o via email a gs@bvoh.de.

Restrizioni – Di cosa si tratta?

Anche i mercati di Internet sono svantaggiati dalle restrizioni da parte dei produttori, perché molte industrie vietano la vendita a molti commercianti online. Così i divieti di vendita unilaterali da parte dei produttori minacciano singoli posti di lavoro e l’esistenza di commercianti. Attraverso questo divieto i commercianti sono spesso tagliati fuori dal loro principale canale di vendita e quindi sono privati della possibilità di utilizzare un costo-efficace e una piattaforme popolare online in un mercato competitivo a vantaggio dei clienti. Ai consumatori così si toglie un accesso a prezzi trasparenti e a scelte supplementari, da cui beneficiano nel commercio online.

A proposito del BVOH

L’Associazione tedesca per il Commercio online (BVOH) si considera dal 2006 come rappresentante degli interessi di imprenditori, così come dei consumatori nel commercio on-line. Un altro obiettivo importante del BVOH è quello di aumentare la disponibilità e la sicurezza nel commercio online con l’introduzione di norme uniformi.

Il BVOH è la voce degli attori del commercio in Internet: Consumatori, imprenditori, fornitori, allestitori, piattaforme e mercati on-line.

 

4 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET

 
 

LOG IN